Pubblicato da Apdg il 6 Marzo 2019

Pesca a mosca in Trentino

La pesca con la mosca è un tipo di pesca sportiva definita così perché vengono utilizzate particolari esche artificiali costruite a imitazione di insetti frequentanti l’ambiente acquatico, oppure insetti di terra.

Attrezzatura

Per pescare a mosca si utilizzano canne di diverse lunghezze e materiali, un mulinello specifico, una lenza di diametro decrescente (“coda di topo”) e vari accessori.
Tale attrezzatura è necessaria per poter lanciare l’esca artificiale (detta “mosca”) a volte avente pesi molto leggeri, a distanza dal pescatore, tramite delle tecniche di lancio che spesso richiedono esperienza.
Alla coda di topo viene legato un finale conico di nylon di lunghezza variabile in rapporto al tipo di esca e alla lunghezza della canna, oltre che all’ambiente circostante (2–5 m).

Pescatore a Mosca
Mulinello e “coda di topo”

Dove pescare

Il Trentino-Alto Adige offre molte località adatte a questo sport, in particolare l’Associazione Pescatori dilettanti di Grigno segnala il Fiume Brenta e il Torrente Grigno nelle tratte in concessione all’associazione stessa.

>> Tutte le zone di Pesca del Comune di Grigno

Le specie ittiche

Il Torrente Grigno e il Fiume Brenta ospitano per la maggiore Trote Fario e Trote Marmorata, ma sono presenti anche esemplari di Temolo, Luccio e Trota Iridea.

Il fiume Brenta contiene gli esemplari di taglia maggiore, mentre il torrente Grigno offre i paesaggi più emozionanti.

Link: Tutte le specie ittiche del comprensorio.

Permessi di pesca

I permessi si possono acquistare nei locali convenzionati con l’Associazione e sono validi per mezza giornata, mattina o pomeriggio.

>> Come e dove acquistare i permessi